Estratti ed Inediti

Estratto da “La casa d’oltremare” di Marco Esposito | L’Altrove

Quando ci lanciamo nell’indaco
che la pioggia acquerella, scroscia
anche la retina della vita dal bavero
arancio che il sole rilascia:

la fatica slabbra gli occhi lontani.

Quanto cammineremo su quel sole?
Saremo ciechi per troppa fame
troppa fame di luce.


Uno sperpero di numeri
lo sferragliare di mozziconi
tranciati sui cingoli. Si parte
abbastanza come si vive
di concitazione e moltitudine
in fondo soli o con chi si ama.

Negli annunci dei treni
le vite si raccomandano.


Nel sole che minge sui muri
isosceli osserviamo discese,
cordoni inesauribili di formiche:
prima vera estate del dissenso.
Un vento soffia da nord-ovest –
un bene da queste parti. Si
legge persino l’argo nell’aria
la parte infinitesimale, l’utile
apparente, ciò che siamo
malgrado le parole.


Nel funambolico andare
un passo che non spezzi
il filo attorno al cuore
come pezzo di carne intinto
per un pranzo alla domenica.

Dall’altra stanza ti ho sentito
strappare davvero il veleno
dalle tue vene finite alle mie.


Il peso di una stella
dice l’età che abbiamo,
nell’insulto dei venti
un altro giorno si accomoda
come alla caviglia la tagliola.
I cortili si spogliano alla stessa ora
il basilico chiama dall’ombra
dei balconi a sederci esausti –

ci vediamo domani
per i prossimi anni.


Si è sbagliato tanto nel tempo
rigoglioso – il mare era sempre
lì e lo abbiamo rimandato.

L’AUTORE

Marco Esposito (Bari, 1977), musicista e tecnico del suono, pubblica nel 2020 la sua prima silloge, Prima di spegnersi (Eretica). Rientra nei cinque finalisti, per la sezione Inediti, della prima edizione del Premio Rilke – Duino Aurisina (2021). A seguire pubblica dieci testi inediti, prendendo parte all’antologia di nuovissima poesia pugliese I cieli della preistoria (Marco Saya, 2022). Nel 2023 un suo drabble figura nell’antologia Cartoline dalla Puglia (L’Erudita, Giulio Perrone Editore). Si classifica terzo al IV Premio Letterario Nazionale Gianmario Lucini (ed. 2023), nella sezione Poesia Inedita. Nell’autunno del 2023 pubblica la sua seconda silloge, La casa d’oltremare (Italic PeQuod).
Alcuni suoi componimenti sono apparsi su quotidiani e blog letterari.
Ha inoltre realizzato delle opere video-poetiche, con musiche originali proprie e della compositrice Grazia Bonasia, ispirate ad estratti delle sue pubblicazioni, alcune in collaborazione con i noti illustratori Andrea Serio e Marco Cazzato.

Visualizzazioni: 47

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *