Senza categoria

Novecento/duemila, la nuova collana de Le Lettere | L’Altrove

Le Lettere annuncia l’uscita della collana di poesia novecento/duemila.

I primi tre titoli della collana sono: Il bianco della luna di Nino De Vita, I fiaschi di Francesco Targhetta e Le istruzioni del gioco di Roberta Durante. I libri saranno disponibili in libreria da giovedì 17 settembre.

Novecento/duemila è una nuova collana di poesia italiana curata da Diego Bertelli e Raoul Bruni che pubblica poeti italiani esordienti insieme alla riscoperta di poeti dall’esordio fulminante o dimenticati troppo presto. Novecento/duemila è una finestra affacciata sul panorama letterario italiano. La collana ha l’obiettivo di raccontare il presente e costruire un ponte tra le diverse generazioni di poeti italiani. Come specifica il titolo della collana, la continuità tra due secoli è un dato di rilievo da cui non si può prescindere, perché si fa sempre più necessario esplorare il ruolo avuto dal Novecento sulla poesia delle generazioni a noi più vicine. La collana raccoglie una selezione della poesia contemporanea poggiata sulla riscoperta di antologie di poeti che hanno condizionato la poesia attraverso cui legare il presente come una scala o poggiarsi come a un corrimano. Novecento/duemila nasce con il proposito di avere uno sguardo sul presente attraverso la poesia, un atlante con cui i lettori possono orientarsi e muoversi tra le giovani voci e riscoperte inattese.

I Libri

Il Bianco della Luna, Nino De Vita

Nino De Vita è tra le voci più significative della poesia contemporanea. Il Bianco della luna è un’antologia personale in cui l’autore raccoglie porzioni di vita siciliana a cui sembra di assistere da vicino. Nato a Marsala nel 1954, De Vita comincia questa raccolta dal suo primo libro Fosse Chiti (1984) arrivando al più recente Tiatru (2020), concludendo con una scelta di inediti che anticipa la direzione attuale della sua poesia. Il Bianco della Luna trova nel lettore uno spazio tutto suo attraverso una poesia scritta per raccontare. L’autore diventa narratore e raccoglie volti e scene di vita con la maestria di un artigiano che deve custodire una storia che gli è stata tramandata.

I Fiaschi, Francesco Targhetta

Dopo essere stati pubblicati nel 2009, I Fiaschi vengono ripubblicati da Le Lettere con l’aggiunta di una sezione inedite che illumina la raccolta di una luce nuova. Francesco Targhetta, nato a Treviso nel 1980, è una giovane voce della poesia italiana. I fiaschi sono delle cartoline sul mondo asfittico e industrializzato di provincia. Una giostra di fallimenti e bevute (doppio significato del titolo) che appaiono familiari al lettore. L’autore ritaglia un tratto intimo e poetico in mezzo alla centrifuga del mondo grigio di provincia tra capannoni e rotonde. Nel 2018, Francesco Targhetta ha pubblicato per Mondadori il romanzo Le vite potenziali finalista al Premio Campiello.

Le istruzioni del gioco, Roberta Durante

Roberta Durante nata a Treviso nel 1989, presenta Le istruzioni del gioco come un singolare diario in versi che ha al suo centro il tema dell’amore declinato in forme anticonvenziali. Le istruzioni del gioco sono un manifesto di una versione originale della poesia, con uno stile irregolare e sghembo che ha imposto Roberta Durante all’attenzione dei lettori di poesia. Una costellazione intima di versi che sommergono le pagine come onde. Nel 2011 Roberta Durante ha pubblicato la sua prima silloge di poesie dal titolo Girini con cui ha vinto il Premio Mazzacurati- Russo.

Rispondi