Appunti di poesia

Appunti di poesia: Giovanna Rosadini | L’Altrove

Ti sento in ogni punto del corpo
trasformato in vertigine, proteso
a dirsi nella nuova lingua delle sue
piccole bocche spalancate, compreso
già nella forma dell’intero – ricolmo
ed effuso in un mistero di tuono, grato
del dono. Possiedo sentieri, percorro
stanze invisibili dove alberga l’attesa,
creatura indifesa – e sarai tu, soglia
di millenni, sfregio,
la mia ricompensa.

Da Fioriture capovolte, Einaudi.

Foto di Dino Ignani.

Visualizzazioni: 11

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *