Estratti ed Inediti

Estratto da “A nord di Smygehuk – Gesta poetiche in forma antologica” di Paolo Corna | L’Altrove

Tunnelbana

Ho guardato ovunque,
cercando,
quel profumo di mandarino.

Poi,
ho guardato le mani
più vicine alle mie.


 

D’inverno

Mi ritiro
in me, corto corpo,
e mi accorcio.
Devolvo e segno l’inverno,
sulla carne scarna.

Ritraggo i rami,
e le radici
dalla fredda terra.
Appassisco un po’
in pausa, resto.


 

Amore mio

Sorgi su di me:
non ti faro mai
tramontare.


 

Mi sono lasciato trovare

Ti ho cercata,
avendo paura di trovarti

Ho speso una vita,
tra sogni
e codardie.

Fughe improvvise,
incomprensibili.
Troppi bicchieri bevuti,
troppi momenti presenti, bruciati.

Ti ho avuta davanti,
che non eri tu
che erano altre.
Fuggito, scappato
anche da loro:
amori voraci e fugaci.

Ho scelto di amare l’amore
e per molto tempo,
ho odiato il tempo vissuto
perché non basta
amare il sentimento:
Di quel momento,
bisogna, amare tutto quanto.

Ho creduto addirittura,
di non meritarti
e per questo,
ho nascosto di me,
diverse parti.

Poi ho tagliato i primi rami
e anche qualche fusto
e arbusto attorno a me.
E in un anno, fatto di soli inverni,
le radici, han sopravvissuto.

Nell’inaspettata primavera,
giunta poco dopo,
mi sono sentito travolto
e tu,
tu mi hai colto,
lasciandomi comunque al suolo,
solo,
ed ora fiorisco
e profumo,
e ti ho trovata anch’io,
e mi sono lasciato trovare.


 

Tardi

Tardi,
è ormai tardi
e su questo corpo,
smunto,
faccio il riassunto.

Un sunto,
di queste pieghe.
La conta, sul volto
di queste piaghe
mai paghe.

Sento gli eventi,
passati, pesare
sugl’occhi spenti.
E ancora aiuto la vita
stringere i denti.

Ma un ghigno di gioia,
latente, di grazia,
colora il presente,
immediato, sincero,
veloce:
come una stella cadente.

L’AUTORE

Paolo Corna è nato in provincia di Bergamo, in un paese di provincia di nome Bariano. Il suo incontro con la poesia nasce grazie a un’antologia di Pablo Neruda.
Nel 2008, a seguito di un concorso vinto tramite l’università, si trasferisce a Stoccolma, in Svezia, per un tirocinio all’Istituto Italiano per il Commercio Estero.
Ama la solitudine e la montagna e qui, a Stoccolma, passa il suo tempo libero nei boschi.
A nord di Smygehuk – Gesta poetiche in forma antologica è la sua prima raccolta autopubblicata.

Visualizzazioni: 39

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *