Estratti ed Inediti

Inediti di Gaia Boni | L’Altrove

Al culmine di una ferita d’ombra a mezzogiorno
che penetra diseguale la piazza
rimani socchiuso e calmo
nella posa accavallata del lino
un sandalo nudo sul cotto appena spazzato
rimira il suo cielo di pelle calzata dal vento
che sopravvive lucido
al gettarsi dalla mia bocca in apertura alare
verso vertigini d’anno mille della Rocca.


Porto le ginocchia al seno sulla pietra calda della sera
in cerca di un conforto cieco, senza pretese
–affonda il corvo in piazza attorno alle spalle
nel richiamo delle piume distese in ogni cenno dei corpi
a orecchio mi volto al suo becco celeste
ma mi perdo tra le pieghe lasche
del cielo viola all’enrosadira
–dentro questa premessa di notte
l’azzurro decade mollemente sull’orlo della mia schiena piegata
collina pallida di vertebre in raccolta di tempo
e carezze nell’incedere dei miei blu nei tuoi.


Erano anni che non mi inchinavo a un cielo cadente
nella misura della scia ho visto la nostra incosciente distanza
tramutarsi nel tempo che non posso recuperare
come questo vento dalla voce di pioggia tra le acacie
lo vorrei catturare in bocca chiusa dal mistero d’amore
per riaprirla innamorata pronunciando il tuo nome
che solo può viaggiare dal rifugio delle labbra in migrazione
nella tua giovinezza in abbraccio con la mia.

L’AUTRICE

Gaia Boni nasce il cinque gennaio. Trentina d’origine, ha sempre fatto la spola tra i boschi di Fiera di Primiero e Crema, in Lombardia, dove studia e vive la maggior parte del tempo. Ha conseguito la tesi di laurea in Arti Visive all’Accademia Carrara di Belle Arti di Bergamo. Attualmente è studentessa magistrale all’Università Statale degli studi di Milano, in Editoria, culture della comunicazione e della moda, curriculum Editoria. Ha esposto sue opere in diversi spazi espositivi. Porta avanti un progetto poetico-musicale da due anni, in cui unisce sue poesie e di altri poeti, al canto di canzoni celtiche e scandinave.
Sue poesie sono state pubblicate in diverse antologie cartacee, in vari blog e giornali, cartacei e digitali. Collabora, scrivendo articoli, con riviste online come ClanDestino e Poetarum Silva. Suoi componimenti sono stati tradotti in spagnolo per riviste sud americane. Risulta vincitrice o finalista in diversi concorsi poetici. Nel 2018 è uscita la sua prima raccolta Fiori Nudi, edita da Carta Canta Editore (ora Capire Edizioni).

Visualizzazioni: 12

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *