Estratti ed Inediti

Inediti di Loriana d’Ari | L’Altrove

Spread the love

siamo molti dentro la stanza
una pelle che cova rinascenze
dal buio di prima che il tempo
sollevasse la crosta terrestre
a farne isole, e continenti.
così ti annuso e più di tutto
la forma, nella bocca
di una bianca pietà che allatta
gattini ciechi


l’orfanità del nome sulla porta
è un’erosione di denti scheggiati
raschiando il pianto
la salma un’alba livida
un nugolo dolciastro alle narici.
così appronto ogni notte
una piccola morte da cullare
come l’anteprima della polvere


che mi attrae è la colla del niente
nell’eterna spirale o moto alterno a
diffrazione del bianco: un alveare
di creature nate a morire.
qui per sempre vorrei danzare
con la pelle aderente al vero, tesa
nella pienezza della resa

L’AUTRICE

Loriana d’Ari vive a Genova, dove lavora come psicoterapeuta. Ha pubblicato su diverse riviste e blog letterari, e ricevuto riconoscimenti in occasione di vari concorsi, tra cui Ossi di Seppia, il premio Gozzano, Bologna in Lettere e la segnalazione per la raccolta inedita al Montano. La sua silloge d’esordio, silenzio soglia d’acqua, è risultata vincitrice del VI premio Arcipelago Itaca per la raccolta inedita (opera prima)

Rispondi