Estratti ed Inediti

Estratto da: “Il sentiero” di Francesca Maier | L’Altrove

Il sentiero

Il subconscio della sua mente
delineò un passaggio segreto
tra quello che credeva di volere
e quello che desiderava davvero.
Giunta alla fine,
ogni cosa le fu svelata…
Due libellule la stavano aspettando
per indicarle il vero cammino.


Reminiscenze

Vengo a cercarti
nelle mie stanze segrete,
attraverso lunghi corridoi
pieni di porte di un remoto passato.
Ora so che tornerò,
tu tornerai,
sotto altra forma
e ci ricongiungeremo ancora.


Alberi

Viviamo nella foresta
soli, in mezzo a tanti.
Come alberi
affondiamo le radici
nello stesso suolo.
Condividiamo lo stesso cielo,
godiamo dello stesso sole,
ci nutriamo della stessa pioggia
e respiriamo la stessa aria.
Siamo tutti in attesa
di una nuova primavera.


Dissolvenze

Si muoveva nel vento
e frammenti della sua immagine
si dissolvevano.
Come granelli di sale
facevano ritorno al mare,
sciogliendosi fra le onde.
Così sul fondale
l’eco di ogni conchiglia
raccontava di lei.


Risiede in te

Risiede in te
la quiete della campagna,
quando a maggio
il grano indora i campi
punteggiati da rossi papaveri
che il vento accarezza.
Ammirato, colgo i colori
di cui l’anima si veste
e mi rifugio nella tua calma.

L’AUTRICE

Francesca Maier è nata il 18 gennaio 1986 a Bologna, dove tuttora vive. Dopo essersi diplomata al Liceo Classico, ha conseguito la Laurea in Scienze politiche. Appassionata di scrittura e fotografia, trae ispirazione dalla musica e dalla natura che la circonda. Ha pubblicato la raccolta Il Risveglio, la seguita da Note Riflesse.

Rispondi