Estratti ed Inediti

Estratto da “La prima notte al mondo” di Luigi Finucci | L’Altrove

Atomi, si muovono
nello spazio imitando
un perpetuo sodalizio.

Il caso vorrà, nell’istante
imprecisato, che si formi
un assioma complesso.
Vita. Senza bisogno alcuno
di definizione.


 

L’universo è solitudine
come la sorte umana.
L’ espandersi è una pretesa
vacua: la linea procede
lenta. Le connessioni
si dilatano, le galassie
o meglio le relazioni
chiedono asilo. Nel mezzo
un buio insondabile.

Sembra quasi che le distanze
abbiano avuto inizio nel giorno
in cui gli occhi si siano chiusi,
disobbedendo all’instancabile
forza della luce.


Ho dimenticato il male
al confine, le croci
gli apostoli traditori
i martiri obliterati.
Ho dimenticato
la sete, il giuramento
dell’acqua. Quello sì
che lo metterai
sul mio conto.

Scusa, mi sono adagiato
così lontano da non vedere
la tua morte.


 

Nel caos della mia mente,
ho assistito a scene da manicomio.

Un giorno ho sputato la medicina
ed è stato lì che ho visto una porta piccola.
Aveva i capelli neri, sembrava ferita dalla vita:
cinque punti di sutura nei pressi del cuore.
Abbiamo provato a fuggire tutte le sere
con le mani, ci siamo illusi. Con la dolcezza
dei primi occhi.

Ora, c’è molta stanchezza. Le venature sono più
evidenti
sembriamo vecchi. Una cosa è certa, abbiamo provato
a salire sui rami dell’amore.
Caduti, le ossa si sono frantumate con la realtà.
Eppure le mani hanno trovato il modo di sfiorarsi, le mani.


 

Tutte le poesie del mondo portano qui.

All’origine c’è un bianco accecante
le parole servono a poco.
C’è uno sfondo bellissimo
fatto di occhi celesti. Un uomo
costruisce la sua dimora
e se ne prende cura.
Chiamatela se volete,
guarigione.

L’AUTORE

Luigi Finucci nasce a Fermo il 15 maggio 1984. Dopo aver vissuto fino alla maturità a Montegiorgio, vive tra Urbino e Firenze per poi tornare a Fermo, dove attualmente vive.
Pubblica tre libri di poesia: Le prime volte non c’era stanchezza (Eretica edizioni – 2016) e Il Canto dell’Attesa ( Ladolfi Editore – 2018)e La prima notte al Mondo(Seri Editore-2024).
E’ presente in vari siti, tra cui Atelier, Poesia del nostro tempo, L’Estroverso, Margutte, AlmaPoesia, Poetarum Silva, Poeti del Parco, NiedernGasse, Poesia Ultracontemporanea, larosainpiù, Inverso – Giornale di Poesia e L’Altrove – Appunti di poesia. Vincitore della 25° edizione del concorso “Poesia di Strada”. Collabora con alcune riviste online e alcune sue poesie sono tradotte in diverse lingue, tra cui il rumeno e lo spagnolo.
Ha poi pubblicato anche tre libri per bambini, in rima, per la Giaconi Editore: L’aspirante Astronauta nel 2015, Il paese degli Artigiani nel 2018 e Il Mondo di Sotto nel 2021 e un albo illustrato poetico dal titolo CAMMINO – sulle orme di San Francesco nel 2022.

Visualizzazioni: 59

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *