Estratti ed Inediti

Estratto da “Decimo dan” di Marco Plebani | L’Altrove

DISEGNO

Il destino e
la volontà:
l’uno dispone
quel che l’altra compone.


ANONIMA

Risperavo di ritrovarti
tra le righe
ove tutto rigorga.
Voglio un verso senza pause e scuse.


IL MARE

Il mare ha bisogno,
il mare non è mai lo stesso,
il mare ha un sogno
custodito nel volteggio delle acque antiche.
Ma una volta,
una volta soltanto,
la mia lacrima ha contenuto il sale degli interi oceani.


APPRODO

Aspetto in riva trascinato e naufrago.
La solitudine da ogni parte dilaga
da me al mondo rifluendo in continuazione.
Inghiottito dalla risacca.


MIRAGGIO

Vederti vicina
lontana saperti.

L’AUTORE

Marco Plebani (Jesi, 1978) è un insegnante di Lettere. Ha pubblicato il libro Un giorno qualsiasi (OTMA, 2011).

Visualizzazioni: 75

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *