Eighteen Days Without You

“December 1st” – Anne Sexton | L’Altrove

1 dicembre

Quando ci siamo baciati addio
hai fatto un po’ di cipiglio.
Ora le luci di Cristo stanno
scintillando in tutta la città.
I gambi di mais sono spezzati
nel campo, spezzati e marroni.
Lo stagno alla fine dell’anno
abbassa la sua palpebra grigia.
Le luci di Cristo
brillano in tutta la città.

A cat green ice spread
out over the front lawn.
The hemlocks are the only
young thing left. You are gone.
I hibernated under the covers
last night, not sleeping until dawn
came up light twilight and the oak leaves
whispered like money, those hangers on.
The hemlocks are the only
young thing left. You are gone.

1 dicembre

Al bacio d’addio
eri un poco accigliato.
Ora le luci di Cristo
scintillano sulla città.
Le spighe nel campo sono spezzate,
spezzate e imbrunite.
A fine d’anno lo stagno
abbassa la palpebra grigia.
Scintillano sulla città
le luci di Cristo.

Verde-gatto il ghiaccio s’adagia
sul prato di fronte a casa.
La cicuta è la sola cosa
giovane che resta. Te ne sei andato.
Stanotte sotto le coperte ho svernato
senza dormire finché venne l’alba
come un imbrunire e foglie di quercia
frusciavano come soldi, ostinate.
La cicuta è la sola cosa
giovane che resta. Te ne sei andato.

Da Poesie d’amore, Le Lettere
Traduzione a cura di Rosaria Lo Russo

Visualizzazioni: 8

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *