Estratti ed Inediti

Inediti di Gianluca Ceccato | L’Altrove

Ad Ambra 

 

 

TENSIONE VITALE

Ho perso la notte
tornando al giorno,
sfidato la sorte
battendo al suolo,
ripreso la luce
tornando al molo.

Non ho scelto di vivere
ma ho scelto di sapere,
è solo un abito scendere
dalla luna,
una metafora aggrapparsi
al sole,
una reincarnazione sognare
la morte.

Ho comprato il giorno
scappando dalla notte,
allenato l’orizzonte
accarezzando le scarpe,
perduto il buio
scappando dalla luce.

Non ho scelto di essere messo al mondo
ma ho scelto di rimanerci,
è solo un battito a separarci
dalla veglia,
uno scoglio a proteggerci
dalle onde,
una mano a spingerci oltre.

 


 

STIGMATE

Timorato bambino,
non avere paura
dei buchi sulle mani,
stigmate d’altri tempi,
amori di carta
in parole di pietra,
piogge d’incenso
in steppe di cenere,
rabbie d’archi
in evoluzioni di piano.

Credi
alla bianca voce,
altrove è altrove
non importa dove,
ora è ora
non importa come.

Segui
il nero vento,
acqua è acqua
non importa dove,
terra è terra
non importa come.

Maledici
il mio grido,
la mia misericordia,
il tuo sdegno.

Contempla
la mia voce,
la mia accoglienza,
il tuo corpo.

Timorato bambino,
non avere sete
di passato,
fiumi d’altri tempi,
ruscelli di carbone
in montagne di corpi,
neve di sangue
in ciottoli d’ossa,
riff di chitarre
in distorsione di basso.

Annusa
il latte,
madre è madre
non importa come,
padre è padre
non importa dove.

Colpisci
il cielo,
fulmine è fulmine
non importa dove,
nuvola è nuvola
non importa come.

Nutriti
della mia carne,
del mio cervello,
della tua fame.

 

L’AUTORE

Gianluca Ceccato nato il 6 maggio 1997 a Latisana (UD) attualmente vive e studia Padova. Fin dalla tenera età si appassiona alla poesia partecipando a vari reading tra Pordenone e Udine. Dal 2017 collabora con il sito Brakhu come curatore di una rubrica poetica dal nome “Suburbana” dove racconta la storia d’amore e odio in versi tra verde e urbano. È presente come autore sulle piattaforme Typee e Wattpad. Nel 2019 è finalista del Premio Tiburtino con la poesia “Una Notte”. Nel corso del 2020 è prevista la pubblicazione della sua prima raccolta di poesie dal titolo “FUKUSHIMA_102”.

Rispondi