Appunti di poesia

Estratto: bevendo il tè con i morti – Chandra Livia Candiani

Condividiamo con voi un estratto del libro della poetessa Chandra Livia Candiani, autrice del caso editoriale La bambina pugile ovvero la precisione dell’amore (Einaudi) e del volume Fatti vivo (Einaudi).
Buona lettura.

Bevendo il tè con i morti
c’è sempre uno
che sottilmente tace
non un silenzio esangue
ma un narrare interdetto
che non vuole
nell’ascolto pace.


Lievi le mani
della poesia intorno alla morte
lievi.
Sorreggono appena
il corpo appassito
la bellezza stanca
che non eccita e non riposa,
ma fatti lieve
entra nella delicata soglia
che non regge ma solleva
soffio candido
nemmeno una parola
un balbettio
di noci che rotolano
di gusci che si aprono
fiore di mandorlo
è il respiro,
che finisce.


Abito nella tua voce
e quando tace
il silenzio è alato
abito sotto la violenza
delle tue ali
e quando il silenzio
è sommerso dai rumori
essi sono il cuore del mondo
abito nel mondo
e le piume del mondo
sanno che la bellezza esiste:
«Quando arriverà il tuo passo
metterò una conchiglia sopra la soglia
e nell’aprirla
i frantumi volando
reciteranno il tuo nome»

 
È possibile acquistare Bevendo il tè con i morti, Editore Interlinea su Amazon al link https://amzn.to/2IgLrX4

Rispondi