Appunti di poesia

Appunti di poesia: Shakhawat Tipu | L’Altrove

Fiore Corona Velenoso!

Paragrafo — 1: Tempo per dimenticare il tempo

Non toccarmi!
— Giovanni [20:17]

Un po’ di veleno
Che esiste
Tu mai
Puoi evitare,
Mai puoi resistergli!

Alcuni fiori sbocciano nel mondo deserto
Un mucchio di dolore, le grandi morti serbano.

Un po’ di vita
Passa presto
E’ difficile
Intenderne il perché!

La morte è casuale, non conosce casta né razza
Il pungiglione velenoso deve morire, aspetta ancora pochi giorni.

Paragrafo — 2: Sabato

Non è la primavera araba, ti stai ancora rannicchiando!
Muovendo stanza per stanza, la terra è ancora laggiù, immobile
Penso che sia un cuculo, uno o due corvi sono tutti soli
Lamentazioni cancellate sulla cima di ogni tetto,
Gente o vuoto terrificante, lì nella stanza!

Le porte si sono bloccate, ed i passeri cinguettano
Attraverso la finestra leggermente aperta,
Solo le persone sono fuori, le loro pentole sono vuote come prugne nel cosmo
Parole inutili ricordano che la vita s’è bloccata nel respiro,
In paradiso, solo pipistrelli [sospesi] a ferro di cavallo ridono!

La primavera se n’è andata, come, a piccoli passi, o con occhi sgranati!
Immagina …, l’essere umano diventa libero come la natura, se l’ego scompare!

Paragrafo — 3: Domenica

L’arcobaleno circonda il sole
Un miracoloso sorriso leggero
La gente lo pensa, l’ultimo giorno
V’è una ferita in quel sole?

Alcuni sono negligenti
Alcuni senzatetto
Alcuni scrutano in una mattina agitata
Il chiacchiericcio chiama la maledizione
L’umanità ha distrutto il suo destino!

Alcuni si meravigliano della vita nella notte di Wuhan
Silenzio raga nella solitaria notte insonne
Qualcuno ha mai sentito, una canzone così triste
Non baciare, in questo momento spoglio
Oh! Il Corona s’è divorato il dolce amore!

Paragrafo — 4: Lunedì

La maschera ha mutato la tua natura
Mantenere una distanza iniqua
In versi nascosti la vita si rifugia!
Non avevi mai visto un tempo così malinconico!

Abbi paura, taci, ringhia in solitudine
Più pesante d’un pianto represso
Eppure v’è una malattia invisibile nella tua esistenza
I volti si stanno trasformando in noiose morti!

Dì, solo, in questa civiltà
Il buio è meglio della cattiva volontà!
Dì, attraverso il tuo cuore ferito
La sporca forza vitale si sta disunendo!

La terra dorme in un sonnellino sicuro, espanso
Il nuovo simbolo è come il marchio della maschera del secolo!

Paragrafo — 5: Martedì

Dopo lunghissimi tempi, le aquile stanno urlando a nuvole
Gli uccelli stanno tornando a nidificare con memorie
Niente più inimicizia con gli ominidi
Ora è solo il Suo gioco dell’esistenza!

Nessuno ha visto un cielo così cristallino per giorni
Che si perdeva di tetto in tetto ogni giorno?
Trasmettere un sorriso raro, tenendo gli occhi negli occhi
La libertà che è data dal trono di Dio!

Tu che sei Holly, strofinando alcalino nelle mani
Il cuore sanguinante si vede su una pelle bellissima
Hai dimenticato la tossina relativa in una stanza solitaria
L’astratto Corona ha afferrato la tua forma preoccupata!

La storia dell’isolamento è iscritta nell’aria
Amore, solo amore fintato che hai là sospiri!

Paragrafo — 6: Mercoledì

Al mattino

Da qualche parte la sirena impaurita sta urlando all’improvviso
Come se attraverso il cuore qualcuno si fosse addormentato per sempre
Un malato cane marrone sta piangendo da qualche parte per gli avanzi
Il cancello è chiuso, sebbene nessuno sia alla finestra aperta della casa
A volte il Muezzin invita in una sconcertata chiamata dalla moschea
Solo un cadavere di carro è andato via in gran solitudine, lì dentro!

All’interno del furgone di vetro nero, avvolto in abiti bianchi, chi c’era?
Un bambino, i suoi genitori, o qualsiasi parente stretto, o una persona sconosciuta
Non sappiamo nulla, non abbiamo sentito nulla, e non abbiamo ottenuto nulla
Mostrando il dito alla civiltà qualcuno sta morendo silenzioso nella bella mattina!

A mezzogiorno

Così tutto senza un suono, anche la processione delle persone affamate non ha senso
Guardando il sole che brucia, qualcuno dice, stanno arrivando i bei giorni!

In serata

Nessuna luce per lunghi giorni, brutti sogni si nascondono negli occhi di bambini affamati
Un branco di topi castani cammina per file di tombe!

Paragrafo — 7: Giovedì

1.
Cara, ti scrivo in un brutto momento
Non so se posso toccarti ancora o meno
Almeno tieni una volta una mano sull’alfabeto del dolore della lettera
È difficile toccare senza vista ed essere parte di un cuore
L’odore persino umano diventerà strano oggi
L’amore è spaventato se il vento del tocco ti contatta
La tua fronte, mani, labbra, mento tutto diventa astratto
È un momento di silenzio e di tenere lontana la tristezza stringendo il petto

2.
Tesoro, è tempo di voltarsi
La vita combatte per la sopravvivenza
Se muori prima della morte
Non hai mai amato incondizionatamente!

3.
Sai, la luna è stata risvegliata in sogno anche se era un giorno di luna nuova
Stanno arrivando giorni amorosi, la notte era finita dopo ogni felice fase della giornata!

Paragrafo — 8: Venerdì

Se sopravvivo
Devo stare dritto a terra con la testa in giù
Giuro, congelerò i miei piedi orgogliosi

Se sopravvivo
Prima di rilasciare l’uccello in gabbia, devo dire
Non mi amavi liberamente per giorni

Se sopravvivo
Devo affrontare gatti bianchi e neri
Devo imparare il trucco per mantenere la luce negli occhi scuri

Se sopravvivo
Devo dire alle formiche rosse nelle pieghe delle porte
Non vi ho dato dolci per giorni

Se sopravvivo
Devo cancellare il volto temuto del bambino
In modo che possa dimenticare la morte della madre

Se sopravvivo
Alla luce della luna solo noi due
Ascolta la vita degli alberi secolari

Se sopravvivo
Scegli tra le conchiglie degli aerei da combattimento
Segni di sanguinamento rosso e globuli bianchi

Se sopravvivo
Devo far volare le nuvole nel cielo, troppo lontano,
Devo scegliere di amare dalle dita dell’odio

Se sopravvivo
Devo piantare la rosa di legno sulla tomba della madre
In modo che gli uccelli lamentosi possano trovare un riparo!

Se sopravvivo
Devo dire “no” alla crudeltà dell’essere umano
Conoscere l’ignoto, toccare la cura intoccabile!

Paragrafo — 9: Segno finale

Andiamo verso domani, e la carrozza è sospesa misteriosamente
Dal funerale le ceneri del passato si stanno sollevando!

Il sangue blu di Gesù è sulla porta del dolore
Le gambe strappate, le teste che spuntano, lo spillo sul bordo!

Non v’è modo di scappare, l’intero cielo ha circondato
Sei solo tu, umano gravemente colpito dal virus!

Se ami, avrai indietro il potere del mistero
Perfino nella super depressione, la vita e la natura oscilleranno!

Traduzione in italiano dall’inglese a cura di Marco Negri

Traduzione dal Bengali all’inglese a cura di Ritu Parvee.

Rispondi