Eventi poesia

Carto-grafie domestiche e #Telefonami: le iniziative per ricostruire | L’Altrove

Si sa, questo è un periodo brutto per tutti. Stiamo vivendo in momenti di grande stress, frustrazione, ansie. Non diciamo nulla di nuovo, eppure la poesia, come tutta la letteratura, in circostanze come questa ci viene in aiuto e ci soccorre.

Tra le iniziative pensate per aggregarci anche in questo periodo vi segnaliamo quella del collettivo Muri di Versi e quella di Dailybest.it con Francesco Carrubba.

Carto-grafie domestiche:

per una geografia della presenza

In questo momento che ci costringe ad abitare il dentro piuttosto che il fuori, l’associazione culturale Muri di Versi ha deciso di portare avanti un nuovo progetto che possa accorciare le distanze e coinvolgere le persone anche da casa.
È così che nasce Carto-grafie domestiche: per una geografia della presenza.

Questo nostro nuovo esperimento di socialità consisterà nel costruire una cartina partecipata in cui condividere le proprie emozioni sul tema della “casa”. Cosa ci fa sentire a casa? Quali immagini, canzoni o pensieri personali ci trasmettono un’atmosfera domestica? I partecipanti potranno rispondere a queste domande compilando il modulo di Carto-grafie: noi ci occuperemo di mappare questi racconti, in forma anonima e pubblica, per restituirli alla comunità.

Si potrà partecipare fino al 23 aprile 2020. Il 24 aprile infatti verrà inaugurata la cartina partecipata in occasione di un’evento online che si potrà seguire in diretta: durante questo Open Mic chiunque vorrà potra condividere a voce i testi, le canzoni o i pensieri scelti per il suo concetto di “casa”. Sarà un’occasione per restituire un po’ di presenza durante questi giorni di distanza, rendendo nostri alleati l’ascolto, il racconto, la parola.

Questo il link del modulo per partecipare alla mappa di comunità e all’evento live:
https://forms.gle/97nEuZjDFhBoU2DT9

“Sarà un cantiere a cuore aperto, in cui la storia di ognuno è strettamente necessaria. Perché questo è tempo di riedificare, per avere una casa a cui tornare, insieme”.

Per informazioni
mdv.bologna@gmail.com
Ariele Di Mario/ 346570993


Per “#Telefonami” testi e immagini da tutta Italia:

PARTECIPA ANCHE TU
ALLA STORIA COLLETTIVA SCRITTA IN QUARANTENA, OSPITATA SU DAILYBEST
ED ENTRATA NELLA PIATTAFORMA DEL COMUNE DI MILANO “MILANO AIUTA”

“Sei in isolamento? #Telefonami!”:
stiamo creando un racconto corale di “evasione” per trasformare l’emergenza in bellezza.
Lasciati ispirare e invia parole, video, disegni, fumetti…

Per #Telefonami, la storia collettiva scritta durante la quarantena, arrivano testi e immagini da tutta Italia: Lodi, Milano, Como, Monza e Brianza, Firenze, Latina, Macerata, Ancona, Roma, Carrara, Alessandria, Lecco, Modena… A partecipare sono autori e illustratori ma anche oculisti, informatici, impiegati, life coach, ecc con parole, foto, vignette, manifesti cinematografici e molto altro.

L’iniziativa è stata inserita in “Milano Aiuta”, la piattaforma del Comune di Milano per progetti di innovazione e collaborazione durante l’emergenza. Ospitata da Dailybest.it e aperta alla condivisione di tutte le realtà interessate, la storia collettiva vuole sfruttare l’isolamento obbligatorio per creare un racconto corale, alleviare questo periodo e rallegrare le giornate delle persone.

Tutto è iniziato con l’incipit “Telefonami (L’astronauta)” di Francesco Carrubba, giornalista e autore, con la cover “spaziale” di Davide Passoni (Poesia Potente e Chitarra Tonante / Poetry Slam! Zelig Tv) e con lo scatto “Lei e la Luna” della fotografa Pamela Rovaris: poi si è sviluppato naturalmente sulla pagina dedicata, dove ci sono tutte le informazioni per partecipare. Basta leggere il racconto, liberare la fantasia e inviare testi, racconti, poesie, foto, video, disegni, fumetti… Oppure si può commentare, dare idee, inventare personaggi, scrivere i capitoli successivi e suggerire come proseguire.

Quando la normalità sarà tornata, questa storia collettiva rappresenterà un frutto virtuoso dell’emergenza. Intanto, grazie alle testate e alle pagine che hanno già parlato di #Telefonami: Radio Marconi, Collaboriamo, Meiweb, Liberi di Scrivere Blog, CiaoComo, Radio Nizza… L’idea è dedicata a Raffaele Masto, giornalista, scrittore e narratore di storie, rubato dal Coronavirus: ciao Raffa, “telefonami nello spazio…”.

Partecipate!

Rispondi