Poeti contemporanei viventi

Tre poesie di Annamaria Ghirardello | L’Altrove

Casa Alekos

Come una parola d’ordine
la geografia della meta
acquista Mykonos

33 rosso alla roulette
ascoltando
la valigia dell’Amore

suonami l’armonia
bianco e azzurro
a descrivere
con Calliope
la bellezza delle Fate

acqua marina
a medicare la semplicità

Tu,
mio adorato cane
assieme abbiamo
l’andar per il mondo

ci conosciamo?

Anima Mundi

Amigdala
eccoti nel cervello

risa di Jericho
che disseti l’arsura

esortazione
ad obbedire

dietro alla lavagna
Nessuno
possiede
Nessuno

e Tu danzi
per me

il bambino indaco
nel fluttuare

intelligente
la spontaneità
di farsi amare

mi nutro
dal frutto
dell’Albero Maestro

e
all’anagrafe del Sacerdozio
mi inchino
al mistero
della devozione artistica

e firmo
la creatura
di me stessa

donna,
Ave a Te

Il Dono

A dissipare l’invidia
nella Città di Zaccaria
tra le calle
profumi di limone
un suonatore di batteria

l’oratore di saggezze
ad intonare le coscienze
colate di cioccolato bianco

lui, il Maestro
si culla nell’apprezzare

e il grillo accanto l’ardere
intona il suo cantico

L’AUTRICE

Annamaria Ghirardello nasce a Thiiene (VI) Italia il 23 marzo 1967. Intraprende un percorso di studio e ricerca a carattere educativo-umanitario. Madre di due figli. Vive dei periodi di vita a Vicenza, in Puglia e in Sicilia. La passione per l’Arte della Maestria la conduce a sperimentare canali innovativi ed espressivi legati in particolare all’ambito poetica-figurativa e a quella della poesia logico-matematica.

Rispondi