Recensioni libri poesia

Recensione: "Vita" di Roberto Lombardi | L'Altrove

Il poeta è un giocoliere che si diletta a spostare le parole al posto giusto e con molto criterio. Leggendo la silloge che vi stiamo presentando, intitolata “Vita” del poeta Roberto Lombardi, si fa forte quest’idea partendo già dal titolo scelto, che, sebbene possa sembrare a primo acchito alquanto semplice, è frutto di una scelta oculata. La silloge è, infatti, dedicata ai genitori ai quali dedica le immagini poetiche del suo vissuto umano, lasciando trapelare il suo tessuto emotivo, le sue emozioni, dedicando la sua nudità che risulta paragonabile a quella dell’atto della sua nascita.
Ma non c’è un significato univoco. Dalla “vita” e quindi dalla creazione umana, tutto si rigenera e nasce ancora una volta tramite la creazione artistica generata dai versi, è così che il Lombardi diventa padre di molte parole ed i suoi genitori diventano nonni di ogni parola e della loro storia circumnavigata dalla poesia.
Amore, sofferenza e freneticità della vita, questi i temi fondanti e le radici delle riflessioni che il Lombardi vuole far scatenare nella mente del lettore: “nessuno viene a prenderci:/siamo – vivi” come a voler sottintendere che siamo vivi nel momento della sofferenza e nella perdita, dal quale scaturisce una sorta di libertà: vivi.
E poi un monito: “ma cos’è la grandezza, se non l’amore che/prende il posto del sangue, se non i muscoli di grazia/e centellinati come quelli dei leoni?” ed ancora, un invito a rivalutare la terra e a ricominciare a sentirla davvero: “terra e mare che m’hai chiamato in mille modi,/nonostante la fine/è tutto l’inizio dell’amore che non ci siamo ancora detti”.
E in una frase si coglie il senso di tutta la sua riflessione poetica: “incessante vita,/la chiave della mia cella/mi dai e mi nascondi,/io conservo i sensi come datteri/che offro al davanzale aperto”, perché in fondo nessun uomo è mai davvero libero dalla sua prigionia interiore se non per un breve lasso di tempo, ma ha sempre dentro quella capacità straordinaria di poter sentire il mondo circostante attraverso i propri sensi, che se attivati nel modo giusto fanno l’uomo recettore di tanta bellezza irrisolta.
Ecco un brevissimo estratto tratto dalla silloge:
Il giorno e la notte
Ha chiamato il giorno notte,
le tende nascondevano lievi le forme.
In quella casa rimasta uguale,
è cambiato il sapore degli specchi,
come un armadio aperto per vestirsi
di sole parole,
pronte a spalancare tutto verso le persone.
Il giorno diviene notte,
e sa che dopo giorno sarà:
può chiamare ora le stelle una ad una
sino all’alba,
e aspettare di vedere se ciò che viene
possa davvero chiamarsi mattino.


Vita
Tutto il mondo
non basta
perché l’acqua madre
spegne ogni fuoco.
Ovunque tu vada
l’orizzonte è stretto nella morsa implacabile,
ed ecco che sei come lei,
mai vano solo,
strumento di musica,
di quel terreno affogato qui sotto.
Se parlo è perché sono incauto,
e l’avventura più alta,
che mi fa pesce del mare,
è prenderti fra i suoni degli occhi e le visioni
della bocca,
per portare i nostri corpi di statue al sottile
muoversi che s’intreccia con l’aria e il clima,
contro il destino,
contro la paura che pensa come un proiettile.


Luce
Luce da luce, l’uomo non
è uomo, ma un arcobaleno.
Vita distratta mi accendi
il buio con gli occhi pieni.
Il mio spendere solinghi
bellezza.
Irrisolta.


BIOGRAFIA

Roberto Lombardi, nato il 15/12/1988 ad Atripalda, in provincia di Avellino, è alla sua seconda pubblicazione: scrive per Albatros il Filo “Aria (e…o bianco o nero)” nel 2016.Precedentemente, pubblica per la casa Pagine nell’antologia “Tracce” alcuni suoi componimenti, così come per la Delta3 ne “I nuovi poeti irpini della società liquida”. Finalista in numerosi concorsi, pubblica poesie per le rispettive antologie. Con “Vita”, menzione al merito al concorso in- internazionale “I colori dell’anima”; con uno dei suoi componimento ( “Più nudo del sangue” ) menzione al merito al concorso internazionale “Avellino in versi”. Nel novembre 2016, grazie all’associazione Futura, all’interno della manifestazione “L’esperienza del viaggio”, espone all’Università di Fisciano la sua opera. Attualmente vive ad Avellino, dove sta per laurearsi in Scienze della produzione multimediale e dello spettacolo. È dottore in musicologia.
(Biografia tratta da: https://irda-edizioni.webnode.it/roberto-lombardi/)
“Vita” di Roberto Lombardi è acquistabile su Amazon al link: https://amzn.to/2zbpLZb, su Ibs al link: https://www.ibs.it/vita-libro-roberto-lombardi/e/9788871636948 e sul sito web della casa editrice Irda al link: https://irda-edizioni.webnode.it/roberto-lombardi/

Rispondi