Eventi sulla poesia

Presentazione del libro “La mia non è poesia” di Floriana Porta

Nella splendida Sala degli Affreschi del Castello della Rovere a Vinovo, mercoledì 25 ottobre alle ore 18:00, l’artista Floriana Porta presenterà il suo ultimo libro di poesie e haiku dal titolo La mia non è poesia edito da Aljon Editrice. Interverranno: l’autrice, il Sindaco Gianfranco Guerrini, l’Assessore alla Cultura Maria Grazia Midollini e il Prof. Paolo Cavalla, esperto di letteratura e filosofia, che leggerà anche alcune poesie tratte dal libro.

Alla presentazione del libro seguirà una bella iniziativa culturale: alcune creazioni dell’artista verranno esposte presso l’Ala Comunale del Comune di Vinovo in Piazza Marconi 1. Prenderà il via la mostra “La calligrafia di uno sguardo” dal 27 al 29 ottobre che raccoglierà fotografie artistiche e poesie visive. Per orari e info visitate il sito del Comune di Vinovo.

l’anima è nuda
ruota in un’orbita
di plasma e cartilagini
ad ogni sorso d’acqua
a me sembra più viva

Cosa unisce i versi gli uni agli altri? Come può ogni poesia rappresentare un percorso parallelo e incrociato dritto al cuore del lettore? Questa prefazione non darà tutte le risposte ma cercherà di costruire una mappa plausibile e ideale entro il quale collocarsi. Le poesie di Floriana Porta incarnano i percorsi interiori che ognuno di noi vive nel suo io più profondo, dove la natura, il surreale e il sogno coesistono in maniera sorprendente. Una poesia sempre molto riflessiva, silenziosa nell’osservare il mondo e farlo proprio. Ma soprattutto una poesia dallo stile ermetico, che fa a meno della punteggiatura, e lontana dalla retorica e dal sentimentalismo.
In questi versi densi e a lungo meditati emergono le tematiche cardine della poetessa: il tempo e il silenzio, la terra e l’acqua, la pelle e la carne; la carne e il pensiero impastati nella stessa sostanza, amalgamati in una prospettiva metafisica e misteriosa.
Negli haiku la poetessa concentra nella brevità di diciassette sillabe mondi sconosciuti e inesplorati, dove l’io lirico vaga dal presente al passato in una dimensione intimista e profonda. Osservazione e contemplazione, purezza e bellezza, brevità ed intensità: è proprio qui, in questi fugaci istanti poetici che – tacitamente – nascono i suoi vibranti haiku.
Concludendo questa ultima silloge mette nuovamente in luce la grandezza espressiva e la forza dell’immaginazione della poetessa Floriana Porta, che si distingue per la sua coerenza tematica e profonda ricercatezza, offrendo un incantato ritratto della poesia.

Floriana Porta nasce a Torino nel 1975. È poetessa, fotografa, pittrice e collabora con diversi siti e blog letterari. Ha pubblicato sette libri di poesie e haiku: Verso altri cieli (2013), Quando sorride il mare (2014), Dove si posa il bianco (2014), L’acqua non parla (2015), Fin dentro il mattino (2015), I nomi delle cose (2017) e La mia non è poesia (2017). Sta lavorando al suo prossimo libro nel quale l’arte, in tutte le sue forme, accompagnerà i versi dell’artista. Si occupa anche di design e paleontologia.

Per info: www.florianaporta.it

Rispondi